Olga di carta e le spaventose vicende di Jum fatto di buio!

Racconti che si intrecciano e che regalano ai bambini il potere della supposizione, dell’immaginazione e della scelta, perché tutti abbiamo sempre la possibilità di scegliere e questo libro ce lo ricorda bene.
Un susseguirsi di metafore che raccontano il dolore della perdita e l’incapacità di riempire i vuoti se non attraverso l’atto stesso della vita. La vita che continua e trova nella condivisione una speranza e nella speranza una via di uscita dalla sofferenza.

Continua a leggere...

Anne Frank, la Graphic Novel del suo diario.

Qualche giorno fa, mentre gironzolavo in libreria, ho trovato un piccolo tesoro e la mente è subito tornata ai miei tredici anni e a quella volta che decisi di leggere “Il diario di Anna Frank”. La prima narrazione in forma epistolare della mia vita, la prima volta che mettevo fuori il naso dai confini protetti delle mie esperienze, il primo, di una lunga serie di romanzi di genere, che lessi. Una serie di prime volte insomma, ma se avete letto quel diario in tenera età, sapete bene di che parlo.

Anne e Margot guardano la luna fuori dalla finestra, siamo all’inizio delle restrizioni per gli ebrei:

“Quindi ora non possiamo andare né al parco né stare in giro quando è buio…”

“E neppure mettere piede in casa di amici cristiani”.

“Menomale che la luna non ha religione”.

Leggere le parole di una ragazzina di tredici anni quando c’è un’altra ragazzina di tredici anni che le divora con avidità, è quanto di più generoso l’universo letterario possa concederti. Un insegnamento che vi rimarrà tutta la vita e la consapevolezza che voi non c’eravate in quella casa ma lei sì, e per questo, siete molto fortunate.

Continua a leggere...

Yeti. Storia di un viaggio reale nella tradizione leggendaria

salt_20171008_124416_446La capacità di muoversi dentro la coscienza sondando territori sconosciuti, è data in dotazione alla nascita. Il problema è volerlo o non volerlo fare; perché i viaggi sono un’incognita e non è possibile sapere con certezza come potranno finire ma si è  consapevoli, almeno il più delle volte, di volerli intraprendere. Continua a leggere

I guardiani del Louvre di Jiro Taniguchi

IMG_20170907_152251_899

Jiro Taniguchi è stato un fumettista giapponese nato il 14 agosto 1947 e morto l’11 febbraio 2017. La sua narrativa disegnata è magistrale. Ho acquistato questo volume perché non ho resistito a tanta bellezza e non mi ha delusa. Continua a leggere

Elegia in rosso

IMG_20170724_100633_526

Gli sfoghi sentimentali sono uno dei piaceri agro-dolci della vita. Quante volte vi sarà capitato di sfogarvi con l’amica o l’amico di turno sputando parole a rotazione in un flusso ininterrotto di frasi mozzate e sbuffi, con tanto di alzata di mani? Che lo si voglia ammettere o no, tutti abbiamo bisogno di buttare fuori quello che abbiamo dentro, perché non puoi riempire una vasca all’infinito, prima o poi le cose cominceranno a cadere fuori e non riuscirai a raccoglierle tutte, avrai bisogno dell’aiuto degli altri. L’elegia è sia uno sfogo sentimentale che una confessione autobiografica in cui è possibile inserire tutti quei sentimenti rimasti al buio dentro di te, condividendoli. In questi giorni ho letto una Graphic Novel che questo discorso, lo porta avanti per ben 234 pagine. Continua a leggere

Gli amanti farfalla

photostudio_1498726790478

Il libro, illustrato da Benjamin Lacombe, ambienta la storia nel Giappone antico, il racconto originale però, fu scritto in Cina 1600 anni prima della dinastia Jin.

Nella terra di mezzo era noto col nome di: La Leggenda di Liangzhu e raccontava le vicende di una donna non convenzionale, narrando il suo rispetto e la sua esaltazione per lo studio, l’amore e la vita. Liangzhu, innamorata prima dell’arte e poi di un uomo, arriverà a sovvertire le leggi sociali per poter stare con lui. Lacombe ci racconta la vicenda di due persone che si amano e dell’idea surreale ma possibile, che la morte come la conosciamo sia solo uno dei modi di concepirla. Continua a leggere

Leonid, una graphic novel con un numero imprecisato di gatti!

photostudio_1497954910208

Leonid è un gatto d’appartamento. Un quattro zampe piccoletto e tigrato che vive con altri animali: un siamese, uno yorkshire e un grosso gatto rosso (che credo sia un persiano), nella casa di una vecchietta. Continua a leggere

Madame Butterfly, illustrato da Benjamin Lacombe e videobook!

Oh, Butterfly! Non si dice forse che sfiorando le ali di una farfalla la si condanna a morte?

Questa sì che è una storia triste. Scritta originariamente da Giacomo Puccini, la possiamo ammirare e leggere nella versione illustrata da Benjamin Lacombe, ispirata in parte alla Madame Butterfly originale e in parte alla Madame Chrysanthème di Pierre Loti. Continua a leggere

La Bella e la Bestia, nell’edizione illustrata da Manuela Adreani

photostudio_1495444779413Una delle favole più amate di sempre, proposta in innumerevoli versioni cinematografiche e grafiche, con contenuti adattati o stravolti dal regista del momento. Indubbiamente tutte (abbastanza) belle, presentano però diversi elementi che le diversificano l’una dall’altra, la versione Disney, ad esempio, è quella che più si discosta dal racconto originale (ma esistono diverse versioni definite “originali”) di Jeanne-Marie Leprince De Beaumont ed è quella che ci è presentata nel libro illustrato di cui vado a parlarvi. Continua a leggere