La Bella e la Bestia, nell’edizione illustrata da Manuela Adreani

photostudio_1495444779413Una delle favole più amate di sempre, proposta in innumerevoli versioni cinematografiche e grafiche, con contenuti adattati o stravolti dal regista del momento. Indubbiamente tutte (abbastanza) belle, presentano però diversi elementi che le diversificano l’una dall’altra, la versione Disney, ad esempio, è quella che più si discosta dal racconto originale (ma esistono diverse versioni definite “originali”) di Jeanne-Marie Leprince De Beaumont ed è quella che ci è presentata nel libro illustrato di cui vado a parlarvi. Continua a leggere

La memoria dell’acqua, una graphic novel firmata Tunué

photostudio_1494927478198Una casa sulla scogliera, un vecchio considerato pazzo dagli abitanti del villaggio e una bambina intelligente e curiosa. Gli ingredienti per una bella storia ci sono tutti direi e così è.

Il racconto di formazione di una giovane “pulce”, che si approccia alla maturità attraverso prove iniziatiche ad opera dell’acqua.

Marion e sua madre Caroline, tornano al villaggio di infanzia di Caroline in seguito alla rottura di quest’ultima con suo marito – uno scrittore invaghitosi di una ragazzina del suo ambiente – per cercare di ricucire i pezzi di una vita andata diversamente da come l’avevano progettata. Sarà tutta una scoperta e in questo i disegni vi aiuteranno, conducendovi nel dettaglio, dentro la nuova e impolverata casa, mostrandovi tutto lo splendido panorama che la circonda e facendovi vivere attimi di quotidianità con madre, figlia e persone del luogo. Marion, curiosa per natura, si spingerà sempre oltre i limiti geografici imposti dall’alta marea, dalle scogliere a picco, dai luoghi misteriosi e lugubri, scoprendo sempre di più il segreto che alberga nel villaggio; l’identità del vecchio guardiano del faro sarà la chiave che scioglierà tutti i misteri.  Continua a leggere

Il blu è un colore caldo

Ho chiesto a mia madre di lasciare sulla mia scrivania, per te, ciò che ho di più prezioso: i miei diari. Voglio che sia tu a conservarli: contengono tutti i miei ricordi di adolescente colorati di blu. Blu inchiostro, blu cielo, blu klein, blu ciano, blu oltremare… il blu è diventato un colore caldo. Ti amo, Emma, sei l’amore della mia vita.

Continua a leggere

Chi pensa che i libri non servano a niente è un Babbano! Ovvero, i libri che hanno cambiato il mio modo di vedere le cose.

La faccenda più sciocca che mi sia capitato di sentire e leggere da diverse persone, è che i libri non sono la realtà e sarebbe meglio vivere la vita e ubriacarsi di esperienze reali piuttosto che leggere quelle raccontate da qualcun altro. Ovviamente non in questi modi, perché sappiamo bene quanto gli esseri umani possano essere ignoranti.

In ogni caso: leggere libri non equivale solo a bagnarsi i piedi in fiumi magici o veri che siano, leggere libri è soprattutto uno studio, spesso involontario, dei sentimenti e delle emozioni umane ed è ovvio che realtà e scrittura siano due cose diverse, altrimenti avrebbero avuto lo stesso nome. Mi spiego meglio: la lettura ci regala un’esperienza unica, paragonabile, forse, alle prime scoperte di un neonato che non conosce il mondo e lo assaggia, lo tocca e non ha paura di farlo. Continua a leggere