Festina lente

♫♪♫♪ Leggi l’articolo ascoltando: Chet Baker, almost blue.

io2

In latino esiste questo modo di dire che si può tradurre con ‘affrettati lentamente’. Potrei definirlo il modus operandi della mia vita. Non sono mai stata una scheggia, mi prendo il mio tempo perfino quando mangio, e non mi sono mai sognata di pensarlo come un problema. Eppure, se guardate bene, la società sta andando in una direzione bulimica e questo un po’ mi spaventa e

mi riporta con la mente a quando giocavo a campana nella di campagna dei miei nonni e mi prendevo tutto il tempo del mondo per tracciare le linee per terra con il gesso bianco, ascoltando il rumore ruvido che faceva sull’asfalto mentre si sfaldava sotto le mie dita. Il mondo si concentrava in quei salti, la nostra attenzione era massima, noi vivevamo appieno quel momento e contemporaneamente imparavamo a stare al mondo, chi con gentilezza, chi con rabbia, chi con arrendevolezza. Continua a leggere

Ikigai. In altre parole: trovare il proprio senso della vita.

ikigaiIn questo periodo è di moda pubblicare libri di autori giapponesi dall’argomento salvavita, per farci inserire una certa abitudine che diventerà (se saremo costanti) una nostra amica di sostegno della quotidianità. Non ve ne siete accorti? Vi faccio qualche esempio:

  • Il magico potere del riordino, di Marie Kondo.
  • Il magico potere del digiuno, di Yoshinori Nagumo.
  • L’arte di buttare, di Nagisa Tatsumi.
  • L’arte di insegnare il riordino ai bambini, di Nagisa Tatsumi.

Continua a leggere

Un patrigno che fotte, di Shungiku Uchida.

father fuckerLeggendo Father Fucker, ho avuto la piena sicurezza che in alcuni casi quasi niente ti può salvare dal tuo Bad Karma, ma ogni evento, se vissuto da un’anima coraggiosa, può essere ribaltato con la volontà e la voglia di vivere. Continua a leggere

Riscopriamo i classici: Jane Eyre, il libro.

jane eyre

Ditemi la verità, se foste cresciute orfane, senza una figura maschile, fatta eccezione per quella del direttore dell’orfanotrofio dove eravate costrette a vivere, oltretutto ostile e autoritaria: quante probabilità ci sarebbero state di innamorarvi del vostro datore di lavoro burbero, e lacerato da colpe segrete? Sapete la storia del carnefice e della crocerossina? Quante donne fra noi, non hanno quella voglia ancestrale di salvare o plasmare l’uomo ombroso e infelice di cui sono innamorate per farlo diventare qualcosa di decentemente “addestrato” ad essere felice? Continua a leggere

Gli anni dolci

 

gli anni dolci 1Mettiamo il caso che arriviate a poco più di trentacinque anni ritrovandovi a sbattere contro, per pura casualità più e più volte, al vostro professore del liceo che ad occhio e croce avrà settant’anni. Se vi rendete conto fra un incontro e l’altro che il vecchietto vi piace, che fate? Continua a leggere

Cuore oscuro di Naomi Novik.

Dentro il Bosco aleggiava una canzone ma era una canzone selvaggia, che sussurrava follia, violenza e rabbia.

img_20180206_135026_643.jpg

Era da tempo che non mi approcciavo alla narrativa fantasy e pochi giorni fa, in libreria, mi è capitato sottomano questo librone, dalla trama, dai colori e dai disegni seducenti, e ho deciso di prenderlo. Mai acquisto fu più azzeccato. Una narrazione in prima persona e un susseguirsi di colpi di scena imperanti vi faranno arrivare con curiosità ad aprire una porta dopo l’altra, fino a trascinarvi a notte fonda senza riuscire ad abbandonarlo.  Continua a leggere

Mio padre, il grande pirata!

IMG_20180118_111352_154

Tutti i bambini sognano grandi avventure, e sapere che il loro coraggioso papà è un pirata, li riempirà di orgoglio.

Un piccolo narratore ci accompagna verso le avventure di un uomo temerario e della sua ciurma di pirati, attraverso epici viaggi a bordo della nave Speranza. Continua a leggere

5 libri illustrati per bambini, che dovrebbero leggere anche i grandi.

 Come si fa un libro?

IMG_20180118_113424_560

Questo libricino cartonato spiega, passo dopo passo, come si crea il prodotto libro. Attraverso vignette divertenti e immagini chiare, racconta tutto l’excursus che esiste dietro alla creazione di un libro. Continua a leggere

Lucenera

IMG_20180106_155811_243

Ho acquistato il libro alla fiera letteraria romana più libri più liberi e ho avuto la fortuna di incontrare l’autrice. Come saprete quando un illustratore è in fiera, di solito scrive dediche e realizza disegni direttamente dal vivo, un buon modo per conoscerlo e farsi dedicare il libro.

Ho preso Lucenera perché i disegni e il nome mi hanno stregata al primo sguardo: sembrano istantanee pittoriche, un susseguirsi di minuscoli quadri  che colorano il racconto. L’influenza impressionista ed espressionista è indubbia e un paesaggio dal respiro ampio, lascia molto spazio all’immaginazione. Continua a leggere

Buona vita a tutti.

IMG_20171225_132838_992C’è una brutta tendenza con la quale mi scontro ultimamente: le persone producono sempre meno contenuti perché preferiscono assorbire quelli degli altri e si scoraggiano con una facilità disarmante se il loro copia-incolla non ottiene approvazione, al contempo però, fanno una fatica del diavolo ad apprezzare le cose belle limitandosi ad osannare la banalità. Perché la banalità è più facile da raggiungere probabilmente.

Questo modo di agire ci porta ad abbandonare qualcosa di molto prezioso: LA NOSTRA CAPACITÀ DI IMMAGINARE, ‘perché tanto non serve’.

Ringraziando il cielo, esiste l’antidoto per questa epidemia e ogni tanto qualcuno che l’ha preso, emerge fra la folla. Continua a leggere